corso di laurea Biologia Marina

Corso di Laurea Magistrale Biologia Marina
Coorte 2017/2018
Presidente Prof. Carlo Cerrano - tel. 071 2204651 - email: c.cerrano@univpm.it Manifesto Biologia Marina
Responsabile Qualità Prof. Cecilia M. Totti - tel. 071 2204647 - email: c.m.totti@univpm.it Manifesto Biologia Marina Part-Time
Il Corso di Laurea Magistrale in Biologia Marina ha la durata di due anni.
Requisiti di ammissione: per essere ammessi al corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo. Il regolamento del corso di studio stabilisce i requisiti curriculari richiesti per l'ammissione, nonchè le forme di verifica dell'adeguatezza della preparazione personale
Presentazione
Fin dalla sua fondazione la Facoltà di Scienze dell'Università Politecnica delle Marche si è caratterizzata, prima in Italia, come centro di studi scientifici e di formazione didattica sulle problematiche dell'ambiente marino esaminato in tutte le sue componenti. Nel 2000-2001 viene attivata la nuova struttura dei corsi di studio universitari che prevede due livelli di laurea. Ad Ancona viene attivata una laurea triennale in Scienze Biologiche comprendente l'insegnamento di Biologia Marina e tre lauree specialistiche biennali, tra cui Biologia Marina. La forte attrattiva del corso risiede nella sempre maggiore consapevolezza che il rapido degrado dell'ambiente sia dovuto ad un miope atteggiamento dell'uomo verso la natura. Tale percorso rischia di diventare senza ritorno se non si ricavano urgentemente le conoscenze necessarie all'attuazione di uno sviluppo ecocompatibile. Le nuove generazioni fortunatamente sentono sempre di più questa forte responsabilità ed il corso di Biologia Marina dell'Università Politecnica delle Marche è strutturato in modo da offrire le competenze necessarie alla realizzazione di questo obiettivo. I docenti del corso sono coinvolti in numerosi progetti nazionali ed internazionali, in ambienti temperati, tropicali e polari garantendo approcci metodologici aggiornati ed innovativi. In tale contesto gli studenti, provenienti da tutta Italia e dall'estero, hanno modo di trovare fin da subito un ambiente formativo molto stimolante, non solo teorico ma anche pratico-applicativo, rendendo il corso un vero laboratorio internazionale. Dal punto di vista didattico i corsi prevedono numerose attività di campo e di laboratorio, quali esercitazioni sperimentali per tutti gli insegnamenti, un periodo di tirocinio presso enti pubblici o imprese ed una tesi sperimentale della durata di almeno un anno per conseguire la Laurea magistrale. La disponibilità di un'imbarcazione da ricerca equipaggiata per le principali tipologie di campionamento oceanografico, le attività subacquee previste durante il corso di studi e due laboratori tropicali, alle Maldive ed in Indonesia, dove si svolgono tesi di laurea magistrale e periodi di stage, rappresentano una risposta concreta all'esigenza di acquisire le principali competenze pratiche tipicamente richieste dal mondo della ricerca e del lavoro.
Consiglio Corso di Studio
Criteri di accesso
Didattica erogata
Programmi degli insegnamenti
Tutor
Flyer
Obiettivi formativi specifici del corso
La Laurea magistrale in Biologia Marina ha lo scopo di formare biologi esperti nello studio delle caratteristiche dell'ambiente marino con particolare riferimento alla biodiversità, all'interazione tra organismi viventi ed ambiente, alla valutazione, gestione e all'incremento delle risorse biologiche, alle metodologie di valutazione d'impatto ambientale conseguente alle diverse attività antropiche ed ai sistemi di recupero degli ambienti marini degradati.
Al fine del raggiungimento degli obiettivi formativi il Corso di Laurea in Biologia Marina prevede:
- Attività formative finalizzate all'approfondimento della formazione biologica di base e delle sue applicazioni, con particolare riguardo alle conoscenze applicative di tipo ecologico ed ambientale.
- Attività finalizzate all'acquisizione di tecniche utili per la comprensione del funzionamento degli ecosistemi marini, alle tecniche di campionamento ed al conseguimento delle competenze specialistiche nel settore della biologia marina sia per quanto riguarda gli aspetti della ricerca, del controllo della salute e della qualità ambientale degli ecosistemi marini, sia per la conservazione e gestione delle risorse marine.
- Attività formative, lezioni ed esercitazioni di laboratorio per non meno di 30 crediti complessivi, rivolte, in particolare, alla conoscenza delle metodologie biologiche ed ecologiche, di valutazione delle risorse marine, dell'impatto antropico sull'ambiente marino e all'elaborazione dei dati ecologici ed ambientali.
- Attività esterne quali tirocini formativi presso strutture pubbliche o private, soggiorni di studio presso altre università italiane e straniere, anche nel fruitautomaten quadro di accordi internazionali.
- Una tesi sperimentale coerente al curriculum prescelto da svolgersi presso uno dei laboratori della Facoltà, altri laboratori dell'Università Politecnica della Marche o, previo accordo o apposita convenzione, presso altre Università italiane o straniere o presso strutture pubbliche o private. 
Competenze associate alla funzione:
Ricercatore presso enti pubblici e privati: impostazione disegni sperimentali, utilizzo delle principali tecniche analitiche di laboratorio, analisi dati, metodi di campionamento in campo.
Gestore ambientale presso enti istituzionali: normative nazionali ed internazionali volte alla tutela del territorio
Acquariologo presso strutture pubbliche o private: conoscenza delle specie dinteresse acquariologico
Guida ambientale: conoscenza specie e habitat prioritari tutelati da norme nazionali ed internazionali
Gestore di Aree Marine Protette: conoscenza dei principali problemi in ambito gestionale e normative connesse
Consulente ambientale: caratterizzazioni ambientali e valutazioni d'impatto
Acquacoltore: conoscenza delle principali tecniche di acquacoltura applicate alle specie di interesse 
attività di campionamento su nave oceanografica
Sbocchi occupazionali e professionali
Ricercatore presso enti pubblici e privati, gestore ambientale presso enti istituzionali, acquariologo presso strutture pubbliche o private, guida ambientale, gestore di Aree Marine Protette, consulente ambientale, acquacoltore
Funzione in un contesto di lavoro:
conservazione e gestione delle risorse biologiche marine, valutazione dell'impatto ambientale, parchi e riserve marine, nelle università, istituti di ricerca
Professioni Istat:
Biologi e professioni assimilate
Botanici
Zoologi
Ecologi
barriera corallina
Corso per operatori subacquei in tecniche sub
La professione di biologo marino offre un'ampia gamma di opportunità lavorative in ambito internazionale. Tra le competenze più importanti che un biologo marino può acquisire, c'è senz'altro l'operatività scientifica subacquea. Per gli iscritti alla Laurea Magistrale in Biologia Marina è prevista la frequenza gratuita di un corso sub di primo livello (opzionale a richiesta). In questo modo gli studenti in possesso di un brevetto subacqueo potranno sfruttare appieno le opportunità offerte dal nostro percorso formativo e frequentare corsi che prevedono di applicare sul campo, direttamente in immersione, alcune delle principali metodologie di campionamento subacqueo. Sarà infatti possibile condurre immersioni per acquisire competenze riguardo varie tecniche, come rilievi dei profili morfologici del fondale, campionamenti fotografici e utilizzo di specifici strumenti di rilevamento e/o campionamento al fine di compiere indagini sugli organismi vegetali ed animali vari, effettuare riconoscimento di specie e censimento visivo della biodiversità.
“Actea” è un’imbarcazione attrezzata per effettuare studi e ricerche in ambito marino costiero. Essa fornisce supporto per le immersioni scientifiche subacquee ed è dotata di un verricello per calare in mare la strumentazione scientifica, tra cui sonde per la misura dei principali parametri ambientali, campionatori dei sedimenti marini, benna, box corer, multi corer, bottiglie idrologiche per la raccolta di campioni di acqua in profondità.
È impiegata nel corso di studio di Biologia Marina anche per le esercitazioni in campo degli studenti; inoltre gli studenti hanno la possibilità di essere coinvolti (per esempio durante il tirocinio o il lavoro di tesi di laurea) in specifiche attività che includono uscite in mare anche con altre navi da ricerca.
Home