Laboratorio di Stratigrafia, Sedimentologia e Paleoecologia

Stratigrafia, Sedimentologia e Paleoecologia
Scienze, Seconda Palazzina
Attività di ricerca
Il nostro gruppo di ricerca è focalizzato sullo studio dei sedimenti e delle loro caratteristiche tessiturali e paleontologiche.
Lo staff del laboratorio svolge le quattro principali competenze che sono: 
  • Analisi testurale dei sedimenti 
  • Stratigrafia e Biostratigrafia (dal Cretaceo al Quaternario) 
  • Ecologia e paleoecologia dei foraminiferi bentonici 
  • Significato paleoclimatico e paleoceanografico dei Sapropel nel Mar Mediterraneo.
attivittà di campo
clicca sulle immagine per allargarle

Ecologia e paleoecologia dei foraminiferi bentonici 

Processo di biomineralizzazione nei foraminiferi
I foraminifera sono microrganismi unicellulari eucarioti che popolano tutti gli ambienti marini. Lo studio di questi protisti ha implicazioni e benefici potenziali enormi. Essi sono buoni indicatori del cambiamento globale e sono anche indicatori promettenti della salute ambientale degli ecosistemi marini. C’è ancora molto da capire sulla ecologia dei foraminiferi. Il nostro interesse principale è verso la biodiversità, la biogeografia e l’ecologia dei moderni foraminiferi bentonici e le attuali correnti di ricerca includono la biodiversità dei foraminiferi, in particolare dei foraminiferi primitivi. Il nostro interesse recente è verso la comprensione del meccanismo di funzionamento della biomineralizzazione oltre  alle molecole coinvolte. Questo aiuta a capire il processo di biomineralizzazione in una prospettiva geochimica che permette di registrare i cambiamenti ambientali e climatici della shell isotopica oltre a tracciare le composizioni degli elementi. L’accoppiamento delle prospettive geochimiche e di quelle biologiche migliorerà l’interpretazione dei proxy usati per le ricostruzioni climatiche e migliorerà anche i futuri tentativi di modellizzazione.
calchi di foraminiferi miniacina miniacea Calcarinidae spp

Stratigrafia e Biostratigrafia (dal Cretaceo al Quaternario) 

Significato paleoclimatico e paleoceanografico dei Sapropel nel Mar Mediterraneo.

La stratigrafia è un ramo della geologia che studia gli strati di roccia. Essa comprende anche la biostratigrafia il cui scopo principale è quello di datare le successioni sedimentarie. Il nostro staff ha una lunga tradizione nelle analisi biostratigrafiche per scopi di ricerca e commerciali.
Nella recente storia sedimentaria del Mediterraneo la deposizione di strati ricchi di carbonio organico corrisponde al picco di concentrazione di CO2. Il sapropel sembra essere una risposta sedimentaria del sistema, che "seppellisce" il carbonio sul fondo del mare. Lo studio di questi sedimenti pertanto può essere di grande interesse per comprendere le possibili risposte del sistema all’attuale aumento di CO2. 
L'immagine a destra è un Sapropel S5 (124.000 anni) in una carota del Mar Ionio (M25/4-12).
successione sedimentaria esempio di eventi biostratigrafici in una successione sedimentaria

Analisi testurale dei sedimenti 

ripple da onda in sedimenti sabbiosi spiaggia ciottolosa a Portonovo
I sedimenti clastici terrigeni e le rocce sedimentarie sono composte di frammenti che derivano dalla disgregazione ed erosione delle rocce più antiche. Sono classificati in base alle dimensioni dei clasti attuali e la composizione del materiale. La tessitura è un aspetto importante nella descrizione delle rocce sedimentarie e può essere utile per interpretare i meccanismi e gli ambienti di deposizione.
Staff
tel +39 71 2204709
tel +39 71 2204329
Strumentazione
Paleoecologia e Stratigrafia
Analisi tessiturali dei sedimenti
- Stereomicroscopi 
- Microscopi binoculari a luce polarizzata 
- Sistema di acquisizione di immagini 
- Sistema di filtraggio dell'acqua di mare 
- Incubatore 
- Centrifuga 
- Tester di parametri chimico-fisici (T, S, pH)
 
Serie completa di setacci (63 micron - 1 millimetro, ecc.)
Sistema automatico di setacciatura
 
Informazioni più dettagliate sui progetti di ricerca possono essere reperite nelle pagine personali dei ricercatori.